Come controllare il lavoro del commercialista prima di sbranarlo?

di | Agosto 3, 2017

controllare il commercialistaCome controllare il lavoro del commercialista prima di sbranarlo

eh eh scommetto che anche tu stavi pensando di prendere armi e bagagli e prepararti come una tigre affamata per farti sentire dal tuo commercialista preso in questo momento a fare i dichiarativi per tutti

lo sò ti sei sentito un’attimo messo in disparte per parecchie settimane e adesso come al solito (cosi come se tutto fosse normale) ti è appena arrivata la sua mail con la mazzata di tasse da pagare

il rosario lo conosco anch’io tranquillo e anche se non siamo faccia a faccia in questo momento ti sento!

bon adesso chi li paga tutti sti soldi?

molto probabilmente starai pensando che quello non è il tuo dichiarativo:

  • c’è sicuramente un’errore
  • il commercialista ha fatto fare alla nuova sexy stagista
  • con tutti i clienti che ha qualcosa sarà sfuggito

tanto che ne sà lui della mia situazione?

questo è quello che succede molto spesso, ma non voglio fare una remora ai commercialisti per tutta una serie di cose che leggerai in questo articolo ma è necessario che tu riesca a confrontarti con il tuo commercialista

non dico ad armi pari perchè è impossibile ma almeno capire cosa combina 🙂

intanto faccio un’attimo un passo indietro perchè a volte nel nostro settore si usano termini tecnici difficili da capire ai più e molte volte anche solo la parola reddito manda in confusione le persone

il problema della visione del tuo commercialista cozza con la tua (anche se lui fà propio il suo lavoro)

cerco di fartela più semplice possibile, il commercialista tanto odiato e tanto provocato da tutti in realtà fa solo il suo lavoro mette insieme i numeri e te li porge davanti

certo nel suo stile tecnico-aramaico ma è il suo lavoro, propio come fai tu quanto con i tuoi clienti parli di chiavi da 64, ehm si facciamo una foratura cieca, appure la crema di bacio intortato alla glassè

i clienti non capiscono una mazza e pagano e sono sicuro che non hai tempo di spiegargli tutto e perchè quella cosa và fatta cosi e non colì o perchè se hai una pasticceria non puoi avere la crema di bacio sempre pronta a quelli che arrivano alle 6 del mattino dopo la discoteca paragonato a portare i documenti all’ultimo giorno al commercialista

quindi per tutti i lavori la stessa cosa vale per il commercialista

gli parli e lui tra 1790 numeri ti risponde con corrispettivo,  il 29% sul 50%, il cespite, il ravvedimento, inail, irap, e chi più ne ha più ne metta, succede che tu come tutti quanti in questi 5 minuti che sei lì vorresti solo (dopo aver firmato) pagare e andartene a gambe levate dal quel mondo a te sconosciuto

non so se ti ricordi ma è come quando andavi a scuola, torniamo indietro un’attimo a quelle aule

ci troviamo nella 2b alle medie quando il fulcro della tua vita era il calcio e gli amici, studiare lo facevi nei ritagli di tempo o solo quando tua madre ti agguantava dopo il lavoro

ti suona famigliare questo punto

ancora prima però al tempo della elementari le cose andavano spesso bene e quindi non ti accorgevi tanto dei problemi in pratica e come chi fà un’impresa all’inizio e non si accorge di nulla per i primi anni, invece alle medie però i professori non stanno lì a spiegarti tutto tutto perchè?

  • non hanno tempo
  • dovrebbero fare delle lezioni solo a te
  • se capisci vai avanti altrimenti ripeti

e cosa succede? ti bocciavano

peggio ancora di più alle scuole superiori, se non fai nulla per inerzia di stare in classe a pensare alle giornate fuori con gli amici ma poi ti arriva la mazzata

in pratica quando hai una partita iva, un’impresa, o tenti di farla, fai gli stessi errori

vai avanti per inerzia i tuoi amici non esistono più e adesso ci sono i tuoi clienti e fornitori e deleghi tutto alla buona sorte del commercialista che come i prof dell’epoca

A: non possono mettersi lì a darti lezioni di contabilità

B: buttano dentro tutto nel loro calderone a premono enter

e sarà quel che sarà

quindi come a scuola oggi con il commercialista non te la puoi prendere con lui, lui ha fatto i conti e la sua cosa finisce lì

potrebbe fare degli errori si nessuno è perfetto

puoi correggerglieli? la vedo dura

Cosa succede se il tuo commercialista ti calcola le tasse (in realtà sono imposte, ma tutti le chiamiamo tasse) e non ti fidi di lui?

in questo caso è normale che quando ti arrivano 30 – 40 – 50.000 euro e via discorrendo cominci a dare che questa non è la tua situazione e c’è sicuramente qualcosa che non funzia

allora te ne vai al bar dove sai trovare altri come te che davanti ad una birra cominciano a vomitarti addosso anche loro le tasse, l’euro e l’italia cattiva

non so se ti sei mai accorto ma propio li vedi, ti cercano con gli occhi che vogliono raccontarti quanto il commercialista con loro è stato schietto gli ha mostrato il foglio e tutt’untratto la loro anima e tutte le loro speranze di andare alle Mauritus a festeggiare con lo champagne e l’auto decapottabile a noleggio sia svanita immediatamente

puff…

hanno ragione si ma in parte non sono preparati

 

 

Capire tu prima i numeri e ragione di vita o di morte

 

 

———————————————————

Vieni da me e mi chiedi di “rifare” la dichiarazione dei redditi DI NASCOSTO!ahah…proprio così…in questi giorni mi è successa questa cosa : “mi fa pagare un sacco di TASSE”…in realtà non è lui a fartele pagare ma lo Stato, il problema è che non ti spiega come vengono calcolate e resti nel dubbio…

Io ho semplicemente rifatto un dichiarativo, creato un file di excel con i calcoli, le % , gli scaglioni, ecc… e ho dedicato circa mezz’ora al mio cliente.

Gli ho spiegato come fosse un bambino per quale motivo, quest’anno darà allo Stato quella cifra.

Hanno troppo poco tempo per spiegare quello che fanno, te la prendi e basta e anche grazie.

Se anche tu vuoi non essere in balia degli eventi, dei consulenti, del governo, ma essere protagonista della tua attività contattami al 3334657859 o via mail facci.stefania@contabileinaffitto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *