Come liberarti dalla burocrazia con 3 semplici mosse, e accumulare soldi invece che problemi

di | Luglio 28, 2019

Venerdì sera, gli operai se ne sono andati alle 16.30 per farsi la birretta del “pre-week end” e tu sei rimasto solo con le tue preoccupazioni.

Hai la testa che sforna 10.000 pensieri al secondo e i tuoi dipendenti cosa fanno?

se ne vanno al bar!

 

 

 

 

 

 

So cosa ti dici :”possibile che non hanno visto che c’erano ancora dei pezzi da riparare in fondo all’officina?

“può essere che nessuno ha visto che era caduto del trucciolo e che andava spazzato?”

ah se non ci fossi io qui...”

Hai delle frasi che ronzano ormai come un mantra…un mantra di cui non puoi più liberarti!

 

E’ venerdì anche per te e nonstante ti fossi ripromesso di andare dai clienti e pensare a progetti nuovi, sei imprigionato nel tuo mini ufficio/officina a fare sempre le stesse cose.

Com’è possibile questo?

Nell’era della tecnologia, dove tutte va alla velocità della luce, tu sei lì a fare sempre le stesse cose.

L’evoluzione tecnologica ti sta aiutando o ostacolando?

Devi fare in modo che ti aiuti e questo è possibile.

Non so se ne sei pienamente consapevole ma le persone che lavorano per te, stanno pensando a cosa mangiare per cena e cosa fare nel week end.

Tua moglie invece sta pensando che sei sempre fuori casa.

E tu invece stai pensando:

1.come fare per non “mangiarmi” la casa, facendo scelte sbagliate

2. come fare soldi

3. come fare altri soldi

4. come fare sempre più soldi

TU SOLO PUOI GUIDARE IL TIMONE DELLA NAVE (la tua azienda)

Ma torniamo ai tuoi collaboratori. Te la stanno raccontando giusta?

O ti stanno dicendo quel che vuoi sentirti dire, pur di strapparti il giorno di permesso per stare a casa in ferie?

Prova a pensare ad una giornata ideale, dove la burocrazia non ti ostacola.

Tutto fila liscio e tu puoi fare impresa, invece che star li e “mettere le mani nella farina”

METTI LE MANI NELLA FARINA (=lavori dalla mattina alla sera) E ARRIVI AL VENERDI’ CON LA PAGNOTTA, MA NON CON PIU’ SOLDI

Iniziamo con il dire che la prima cosa da fare è:

  • delegare con fiducia

Sembra una contraddizione, rispetto a quello che ti ho detto prima e invece no.

Prima si mette in piedi una procedura e poi quando tutti i passaggi sono chiari, si delega con fiducia.

So perfettamente che tu fai le cose molto meglio degli altri, più velocemente degli altri, con più passione, con più interesse, ecc..

ma se fai tutto tu e controlli tutto tu, il fatturato può moltiplicarsi?

direi proprio di no

e allora…

fiducia, che gran parolone!

Vediamo un pò la Treccani cosa ci dice rispetto a questa parola:

fidùcia s. f. [dal lat. fiducia, der. di fidĕre «fidare, confidare»] (pl., raro, –cie). – 1. Atteggiamento, verso altri o verso sé stessi, che risulta da una valutazione positiva di fatti, circostanze, relazioni, per cui si confida nelle altrui o proprie possibilità, e che generalmente produce un sentimento di sicurezza e tranquillità

Credo che tutti noi esseri umani vogliamo essere sicuri e tranquilli

OK allo spirito imprenditoriale, ma un pò di pace no?

Come si fa quindi?

Si inizia a delegare, partendo dalle piccole cose per poi fare in modo che queste cose non siano più compito tuo, perchè abbiamo detto che tu devi pensare ad altro

certo che puoi controllare, ma un pò alla volta devi “mollare l’osso” e dedicarti alla tua impresa, e non a fare la fattura o il documento di trasporto perchè sono tutti usciti e tu sei l’ultimo a rientrare a casa

* seconda cosa, e non finirò mai di dirlo: la formazione

Questi tuoi dipendenti o collaboratori, vanno formati

Dobbiamo trovare il modo che siano più produttivi e felici possibili

Felici si

Dipendente felice, rende di più!

Rispetto ai corsi di formazione ci sono tantissime possibilità.

Puoi rivolgerti alle associazioni di categoria, oppure ad enti di formazione del tuo territorio.

On line c’è di tutto e di più

 Spesso e volentieri, la regione stessa finanzia la formazione, quindi tieni le antenne alzate e cerca cosa è meglio per te.

 

COSA PUO’ SUCCEDERE SE NON CONOSCI GLI STRUMENTI BUROCRATICI CHE ALLEGGERISCONO LA TUA AZIENDA

 

L’idea di questo articolo mi è venuta da un fatto realmente accaduto:

Ti racconto questa storia, perchè non meno di 3 giorni fa, mi è successa una cosa da un mio cliente.

Ogni azienda iscritta in camera di commercio ha la possibilità di avere una visura camerale.

La visura camerale altro non è che un documento che racchiude determinate informazioni dell’azienda.

Capitale sociale, versato e da versare.

Nomi dei soci e la % di quel che possiedono.

L’organo amministrativo e cioè chi comanda.

Sede legale, sedi secondarie.

E veniamo al punto in questione, il codice ateco e cioè il codice  alfanumerico che identifica il tipo di attività che svolgi.

Se nella tua azienda si fanno più cose : (produci macchine, ma fai anche manutenzione, ma puoi fare anche da immobiliare, ecc…)

Una tra queste è l’attività primaria (e cioè quella dove fatturi di più) e le altre sono secondarie.

In parole semplici tu puoi, un giorno vendere una macchina, un giorno fare una manutenzione e un altro giorno puoi fatturare una intermediazione immobiliare, senza che l’Agenzia delle Entrate venga a dirti qualcosa.

La dipendente del mio cliente ha perso parecchio tempo a sentire consulenti, camera di commercio ma soprattutto a borbottare in ufficio perchè secondo lei, non era possibile fare un lavoro da un cliente perchè l’attività che andava svolta da quest’ultimo non era indicata come codice primario ateco ma secondario.

Caro imprenditore, ascoltami… sei tu a guidare la nave

Sei tu che devi sapere che puoi fare tutte le attività indicate in visura camerale.

La tua dipendente non è preparata a sufficienza e se tu non sai le cose, tu perderai soldi e non lei.

Una volta che glielo hai spiegato, sarà lei a doversene occupare.

DELEGA CON FIDUCIA (ma controlla quel che fa e verifica sempre quello che dice)

 

 

Ecco che la tecnologia può aiutarti.

 

Come?

Se ti abiliti allo SPID puoi sempre avere la tua visura camerale aggiornata, inoltre puoi vedere anche quella degli altri.

Sono documenti pubblici che tutti possono vedere.

Inizia con l’abilitarti e con leggere la tua di visura.

Come ultima cosa ti consiglio di usare uno strumento che per me è stato molto utile

 

 

E’ un software gratuito che si chiama DROPBOX.

 

 

 

 

E’ un modo per condividere i file con altre persone.

Questo vuol dire che i tuoi collaboratori possono inserire in queste cartelle documenti che potrebbero esserti utili, soprattutto quando sei fuori ufficio.

Loro la scaricano sul PC e tu la scarichi su PC  e cellulare

In ogni momento potrai consultare i tuoi documenti con un click.

RIEPILOGANDO:

Se vuoi formare i tuoi dipendenti, possono indiziare da qui:

https://www.contabileformazione.it/

Se vuoi avere sottocontrollo la tua visura camerale e accedere alla burocrazia on line, abilitati allo spid

https://www.spid.gov.it/richiedi-spid

Se vuoi avere accesso ad alcuni documenti importanti che vuoi sempre avere con te come se fossi in azienda, scarica questo software

https://www.dropbox.com/it/downloading

Se vuoi liberarti della tua impiegata perchè non vuole formarsi e pensa solo alle ferie, contattami al 333.4657859

visita il mio sito: www.contabileinaffitto.it

scoprirai tante storie di successo, tra questi potresti esserci anche tu

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *