Ormai è una situazione che sta affliggendo milioni di italiani con la partita iva ovvero quello del come tenere la contabilità di una ditta con tutte le ansie del caso ma inclusa quella delle chiamate del commercialista

succede più o meno così in svariati periodi dell’anno

driiiiin driiin vedi il numero sul display ed è il tuo commercialista con il suo classico registro di voce molto basso ed un retrogusto tutto autoritario

speri che abbia qualche buona notizia ma non è mai cosi eh

tranquilla

il problema è che tu (ma come tutti eh… ) ci rifiutiamo di guardare davanti al nostro naso finchè non siamo sull’orlo del precipizio, che scatole tutti quei numeri, i conti da controllare, quello da compilare con moduli e modelli e così scappi lontano dalla burocrazia pressante che ti affligge

purtroppo la soluzione della rimandite non aiuta nessuno anzi ci fà salire l’ansia ogni volta che il commercialista ci chiama e poi non rispondiamo

bene

mica tanto ma ok

beh a meno che tu non sia una grandissima azienda stile anni 80 con il ragionier Fantozzi e Filini dove tutto o quasi andava bene ma purtroppo quei tempi lì sono finiti e oggi viviamo nell’ipercompetizione e nella burocrazia estrema dove se non siamo sappiamo come tenere la contabilità della nostra ditta siamo fritti

il non rispondere in realtà è propio insito nel fatto di fuggire più lontano possibile dal problema per cercare un sollievo momentaneo

la sensazione è un po’ come quella di quando eri a scuola e l’insegnante della materia principale ti interrogava a sorpresa e tu proprio la sera prima eri uscito con gli amici e non solo non avevi studiato il giorno prima, ma avevi appena appena provato a stare sveglio in aula nelle sue ore e quindi rischiavi di prenderti un bel tre e portare la materia a settembre

Finché lui ti parlava ti dicevi : “Perché ha interrogato proprio me?” Le mani iniziavano a sudare e la voce era tremolante e ci sentiamo un pò come tra professore e studente dall’alto della sua professione con frasi del tipo:

-dottore mi dica

-certo dottore

hey, il dottore è dottore mica lo possiamo trattare come un normale fornitore (occhio)

il commercialista è un professionista che fa il suo lavoro ma la vita di tutte le partite ive italiane è ben diversa e si scontra molto con i problemi di tutti i giorni come i bambini da portare a scuola oppure chi ha l’inserimento del più piccolo alla scuola materna e incastrare tutte le cose è davvero un’inferno

quindi quando lui ti chiama già ti sento: uuuuu signur questo mi sta cercando da 3 giorni e non ho risposto alle sue mail devo ancora reperire tutte le cose più importanti

-beh vorrà le fatture no?

-vorrà dirmi che pagherò un bordello di tasse anche questa volta?

-insomma sicuramente non sarà un niente di buono

e rispondere al nostro professore e dottore quando non ci sente pronti, preparati e specialmente all’altezza coltiva un’ansia bestiale se non sai appunto come tenere la contabilità della tua ditta

I macigni che non ti fanno dormire la notte e accrescere l’ansia dopo che hai messo giù il telefono con il commercialista

oggi gli hai risposto finalmente e in 3 minuti ha sotterrato tutte le speranze e sogni di gloria che avevi fatto per la tua attività, alcune delle domande killer possono essere state:

 

  • dove sono finiti i soldi del conto aziendale ?
  • gli assegni che hai fatto a chi li hai dati ?
  • queste ricevute bancarie di chi sono ?

tranquillo capisco che è una situazione al quanto imbarazzante e ti porta un carico di ansia notevole, ma a tutto c’è una soluzione e in questo articolo ti farò capire come uscirne fuori

seguimi

la sensazione come dicevo prima è sempre come quando eri a scuola, dove guardavi i tuoi compagni sperando che qualcuno ti suggeriva ma niente alcune terminologie tecnico-scientifiche-dott… ti hanno messo fuori strada

sei come un naufrago in mezzo al mare in tempesta, solo e in balìa degli eventi

e anche se ti eri ripromesso che saresti diventato più ordinato nulla è cambiato.. diciamo dai più o meno come quando devi metterti in dieta e ti riprometti che inizierai lunedì

qundi sei al telefono e spremi le meningi, cercando di trovare dei “files” nel cervello eppure da qualche parte della testa deve esserci una cartella con all’interno quelle informazioni.

Clicco mentalmente veloce veloce, ma nada, è stata cancellata, rimossa, vuota!

Inizia il panico

Balbetti

Ti arrampichi sugli specchi

E poi, come se fosse solo un gioco cerchi di uscirne pulito e prometti la risposta in giornata.

Ecco cosa succede quando oltre l’ansia non riesci a dargli le carte che ti chiede della tua contabilità

uno degli errori fondamentali è non dare questi documenti al commercialista per tenere la contabilità di una ditta

non puoi non darglieli o darglieli comunque a spizzichi e bocconi

perchè possono succedere tutta una serie di problematiche che riguardano solo te, la ditta è tua e non sua

cosa faresti se un tuo cliente non ti fornirebbe tutti i dati che ti servono per svolgere il tuo lavoro, che all’inizio magari lo aiuti gli vai dietro e poi ti scocci di lavorare il triplo, perdere tempo e andare a richiamarlo di tanto in tanto sperando che ti paghi e cosi disgraziatamente anche il commercialista può ritrovarsi con

  • il nervoso per cui ti mette nei clienti di classe B e poi C e via via
  • se non gli dai risposte corrette metterà le tue cose che bilanceranno le tasse un pò dove gli pare
  • non riuscirà a farti il bilancio per tempo e pagherai interessi e sanzioni visto che pagherai le “tasse” in ritardo
  • senza bilanci non sai se stai lavorando per guadagnare o se stai lavorando per perdere il tempo
  • se passano troppi giorni non solo non riesci a fare il bilancio vecchio, non riesci a fare nemmeno quello di questo mese

e potrei andare avanti per ore ma mi fermo qui !

forse però ti stai chiedendo chi sono

LA CONTABILE IN AFFITTO CHE TI AIUTA A TENERE LA CONTABILITA’ DELLA TUA DITTA DIRETTAMENTE DA TE

Sono Stefania Facci, ragioniera (e non commercialista) a diretto contatto con le aziende del nord est da oltre 20 anni.

Brevemente sono una insider che entra nella tua contabilità e te la ribalta come un calzino.

Certamente la mia gavetta è inizata presso diversi studi commercialisti, contabili e aziende di diversa tipologia nel reparto contabilità

Ma c’era un gran problema: non riuscivo mai ad arrivare alla testa del comando per via della catena amministrativa che aspettava il 10 del mese o che aveva timore di perdere il ruolo, hai presente invidie, innamoramenti, giochi di potere o una classica maternità che danni può portare a tutta l’azienda?

Ho deciso così di aprire CONTABILE IN AFFITTO per mettere gli imprenditori in grado di avere un metodo di controllo attivo sulla contabilità e parlare ad armi pari con il commercialista.

vuoi saperne di più scrivimi direttamente qui => facci.stefania@contabileinaffitto.it

 

 3 azioni semplici ma efficaci per tenere la contabilità di una ditta e non trovarti più in questa imbarazzante situazione

ti sembreranno semplici banalità ma in realtà ( e io ci sono dentro da 20 anni nelle aziende ) non lo fà nessuno e quindi ti incasini come un matto

andiamo subito nel flusso delle nostre comunicazioni che arrivano dai nostri fornitori (ovvero COSTI)

da dove arrivano?

oggi molte delle fatture arriva certamente via email e possiamo controllare questo flusso subito, stamparlo e categorizzarlo in modo da avere tutto subito sotto controllo

 

  1. Crea delle regole nella posta elettronica con il nome del mittente e la regola automatica, avrai tutto sott’occhio molto velocemente, chi ti ha scritto e se devi ancora leggere il messaggio;
  2. Evidenzia le mail  che riguardano la contabilità con dei colori specifici: che ne so Ddt giallo, fatture blu, contabili della banca verde;puoi girarle al commercialista in un attimo se sono tutte insieme;

 

3. Usa dei cassetti con etichette specifiche per metterci i documenti. Ci metterai un attimo a metterle nel cassetto giusto una volta che lo hai tra le mani;

 

Ti sembreranno delle cose banali ma parecchi dei miei clienti hanno iniziato a prendere consapevolezza della loro realtà aziendale così.

ma ecco cosa dice una mia cliente

 

Sono Laura Apolloni ho un negozio di arredamento Mobili Apolloni e Pollicino che si trova a Carrè (Vicenza) abbiamo sia arredamento per la casa che per l’infanzia. Faccio una testimonianza a Stefania Facci, ho chiamato Stefania perchè mi trovavo che avevo una confusione: -sulle fatture; mi trovavo che a fine mese quando era ora di pagare le ricevute bancarie molte volte avevo il pagamento ma non avevo riscontro della fattura avevo un bel pò di confusione e con lei ho risolto ora mi trovo a sapere sia a fine mese cosa pago, sia con tutto quanto ben organizzato con i cassettini , gli scadenziari, gli organizer, i vari quadernoni che mi ha fatto fare ma soprattutto riesco a dare tutti i documenti in tempo alla commercialista: come me li chiedi sono velocissima a darglieli

Se vuoi anche tu, avere un parere per migliorare la tua organizzazione interna e non provare più questa ansia:

scrivendomi una mail a : facci.stefania@contabileinaffitto.it o telefonandomi al 333.4657859