La differenza tra contabilità ordinaria e semplificata in due parole…

di | Marzo 8, 2016

Oggi ho pensato di spiegarVi in giuste due parole, la sostanziale differenza tra contabilità ordinaria e semplificata.

Ho notato che quando entro in’azienda “nuovo cliente”, non sanno dirmi se sono in regime ordinario o semplificato…da qui l’articolo!

Sei in contabilità semplificata quando i tuoi ricavi superano o ammontano a 400.000€/anno se offri servizi, o 700.000€/anno per

tutte le altre attività.

Cosa comporta questa differenza???

I semplificati registrano solo i movimenti IVA (fatture di acquisto e vendita), e stampano i relativi registri (IVA ACQUISTI, IVA

VENDITE, LIQUIDAZIONE IVA).

Gli ordinari invece oltre a registrare i movimenti IVA (fatture di acquisto e vendita), contabilizzano tutte le entrate ed uscite di cassa e

di banca. Di conseguenza oltre a stampare i registri IVA (acquisti, vendite, liquidazione), hanno l’obbligo di tenere il LIBRO

GIORNALE, oltre i libri sociali e i libro inventari.

Il LIBRO CESPITI invece lo tengono in entrambi i casi.

E questa parolona…CESPITI??? …farò un altro articolo per quelli!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *