Contabilità in azienda, PRO e CONTRO

di | 16 Agosto, 2020

Sono una “portatrice sana” di contabilità, credo veramente che al giorno d’oggi l’imprenditore deve avere i suoi numeri in azienda in tempo reale, ma allo stesso momento penso che non sia per tutti.

No non mi sono ammattita, voglio solo che tu capisca che è sempre importante conoscere i tuoi numeri, o meglio necessario ma portare la contabilità all’interno deve essere sempre vantaggioso.

A volte non lo è. Vediamo in che casi.

contabilità all'interno

 

 

non sono impazzita, la contabilità non è per tutti

 

 

 

 

Se sei un freelencer, una ditta individuale o un’azienda familiare senza dipendenti la cosa che più che ti conviene fare è avere si i bilanci mensili (o se non è necessario, trimestrali) ma conviene che la contabilità sia esternalizzata.

Sai perchè ti dico questo?

Perchè fare la contabilità è una cosa molto seria e per farla devi avvalerti di persone competenti e con tanta esperienza.

Non ti sto dicendo di non farlo, ma ti sto invitando a valutare vantaggi e svantaggi.

E i vantaggi/svantaggi appunto cambiano a seconda della realtà di cui stiamo parlando.

 

Se hai una semplice partita IVA, ti invito a formarti, a conoscere, a capire le regole della contabilità e del fisco.

Come puoi parlare con il tuo commercialista se non conosci neanche un decimo dei vocaboli che usa quando parla con te?

 

 

“Lo conosci il linguaggio del tuo commercialista?

o fingi di capire e resti a testa bassa?”

 

“Ti sembra essere venuto da un altro pianeta?”

 

 

 

Dal saper leggere il tuo bilancio e conoscere i principali adempimenti che riguardano la tua partiva IVA a invece gestire la contabilità al 100% con le tue forze, ne passa di acqua sotto i ponti.

 

Il rischio di commettere errori ed andare incontro a sanzioni è veramente altissimo.

Le sanzioni sono le multe e se sapessi quante ne sono previste e per ogni cosa, credimi, potrebbe passarti la voglia di fare impresa.

So benissimo che hai sfide quotidiane continue ed è quindi inutile appesantirsi con altri problemi.

 

 

Porti dentro la contabilità e lo Stato lo sa

 

 

 

 

Se dichiari di avere la contabilità all’interno dell’azienda, sei soggetto a controlli da parte dello Stato:

Potrebbero venire in azienda degli ispettori dell’agenzia delle entrate e mettere in discussione il tuo operato.

Penserai che facendo tutto in regola e con la massima precisione, non avranno nulla da dirti.

Mi dispiace smontare questa idea, ma in Italia non funziona proprio così.

Anche la contabilità, per certi versi, è creativa ( o meglio interpretabile). Questo vuol dire che se hai interpretato un documento in un certo modo, chi ti controlla potrebbe interpretarlo in un altro.

Oppure potresti aver commesso un errore senza accorgertene.

In ogni caso, un accertamento in azienda comporta sempre un certo scompiglio.

Gli operatori interropono il tuo lavoro per diversi giorni, controllano i PC e mettono una certa ansia.

Torno a ripetere che se la tua è una piccola realtà, conviene evitare tutte queste cose, facendo fare la contabilità ad uno studio esterno.

 

 

 

Se lo Stato viene in azienda a controllarti, può farti delle multe

Se lo Stato va dal commercialista per controllare la tua azienda(se ci va), visto che “parlano la stessa lingua”, le possibilità di prendere la multa diminuiscono di gran lunga

 

 

 

Se invece :

* hai bisogno di uno scadenziario (quanti soldi avanzi dai clienti e da quanto, quanto devi ai fornitori e per cosa)

* hai bisogno di bilanci aggiornati per fare business plan e/o per operazioni finanziarie

* hai da interfacciarti con soci, potenziali soci, proprietà ecc… e fai budget giornalieri, settimanali, mensili e i dati li prendi dalla contabilità

*devi fare “la prima nota” per il commercialista e questo lavoro ti fa perdere un sacco di tempo

*devi presentare i bilanci per poter accedere a bandi/appalti,ecc..

*vuoi semplicemente avere il tuo bilancio in tempo reale senza aspettare i tempi statali/fiscali del commercialista

 

ti CONSIGLIO di portare la contabilità all’interno, formare un addetto alla contabilità, imparare a leggere il tuo bilancio

IMPARARE a parlare con il tuo commercialista

 

 

non lo vedrai più come un alieno, ma sarà il tuo “strumento” per dialogare con il tuo socio occulto, lo Stato.

 

 

“Ogni anno dividi i tuoi utili con il tuo socio OCCULTO, lo Stato”

“Sai quanto resta a te e quanto a lui?”

 

 

 

 

Se vuoi sapere come i miei attuali clienti hanno risolto questi e altri problemi, puoi iniziare leggendo il mio libro, frutto di moltissimi anni di esperienza nelle aziende, e 1 anno di lavoro per realizzarlo!

Contabileinaffitto – Il Libro

 

Se stai pensando a come migliorare la tua comunicazione con il commercialista, o come portare la contabilità all’interno dell’azienda—->

PRENOTA una skype, per analizzare il tuo caso e capire cosa è meglio per te, attraverso un CHECK UP aziendale, scrivendomi a facci.stefania@contabileinaffitto.it

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *